Oggi a Teatro

Ridere per fuggire

La Venezia - Piazza dei Domenicani
sabato 29 settembre ore 10:00
Adriano Favole
Adriano Favole
Vice Dir. Ricerca c/o il Dip. di Culture

Che ruolo ha il ridere nel sapere antropologico? Perché gli antropologi sul campo sono spesso oggetto di visioni ironiche e dissacranti? C'è un ridere intimo, interno a gruppi e culture: è un ridere che trae linfa dal contesto, ma al tempo stesso se ne distacca, è un ridere "eccentrico" che, ponendoci a una qualche distanza da noi, crea le condizioni per la riflessione, è una via di fuga dal quotidiano. C'è poi un ridere "esterno" o trans-culturale: si esprime non di rado con la caricatura e lo stereotipo, eppure, anche questo sorridere degli altri è preferibile a quel gelido distacco imposto dal politicamente corretto. L'ironia può essere una espressione della "connivenza", quel tipo di relazione per cui "chiudiamo gli occhi" e ci affidiamo agli altri, è una via di accesso alla conoscenza. Di questi tempi caratterizzati da visioni seriose e drammatiche dell'identità, abbiamo bisogno di ridere delle culture, come antidoto alla loro visione chiusa e rigida.

Ridere per fuggire

Biglietti

Biglietti
Posto unico
Intero: 3,00 €

La Venezia - Piazza dei Domenicani

Piazza Dei Domenicani, 2 - 57123 Livorno (LI)